Home > Slot machine unity github

Slot machine unity github

Slot machine unity github

Search Community. Utilizza le diverse categorie: All posts. Come fare per Modellazione 3D. Grafica 2D - Sprites. Assets Store. Progetti scaricabili. Collaborazione per Video recensioni. Eventi e Sondaggi. StartUp con Unity. Offerte di lavoro. Scambio Recensioni. Progetti Open Source. Formazione - Ebook. Unity Italia. Post has shared content. Vito Gusmano Moderator. Originally shared by Vito Gusmano - 5 comments. Add a comment Translate Show original text. Unity 3d Italy un server creato su discord per discutere di problematiche su unity3d algoritmi e strutture dati. Diciamo che ho un discreto numero di framework funzionanti, tra slot machine, biliardo, giochi di carte etc etc creati con algoritmi per essere altamenti personalizzabili da chiunque e a questo punto mi viene in mente che li potrei pure vendere fuori dall'asset store.

Cosa metteresti nel package, dove li venderesti, sito personale o cosa? Grazie del benvenuto e perla disponibilità! Il link alla guida è il seguente l'elenco di azioni da svolgere lo trovi in fondo alla pagina: D-Link tipo: Comando 1- Codice: Comando 5-mi viene fuori una paginata di output ma su quel computer non ho internet e qui sti scrivendo con un altro pc come faccio a farvelo vedere? Salve, devi digitare la tua password alla richiesta, non verrà mostrato nulla ma scrivila, poi clicca su Invio.

Intanto digerisco la guida… Ciao. Ora dal primo comando non mi esce niente,mi va solamente a capo. Dal secondo invece mi esce network descriptio ma anche questa è una paginata. Salve, seleziona tutto dal prompt alla fine tenendo premuto il sinistro, quindi premi il destro e clicca su Copia. Adesso qui clicca sul tasto [Codice] e incollaci in mezzo il copiato.

Colpa mia che non sono chiaro. Scusa la confusione ma non sono esprerto di Ubuntu,anzi è la prima volta che uso qualcosa di diverso da Windows. Salve, nessun problema, basta adattare i comandi. Non capisco se mi ci ha messo anche i primi due che in realtà dopo aver inserito l'input mi chiede solo la psw e datagli quella mi va a capo con un'altra riga per scrivere un altro testo come se non gli avessi detto niente. Il comando w, è utilizzato per visualizzare tutti gli utenti che hanno effettuato il login su una macchina, si lancia semplicemente con:.

Quando sono in man o in help, posso schiacciare il tasto slash seguito da una parola per cercare la parola all'interno del testo. Oppure se si vuole sfruttare la potenza di vim, possiamo salvare una funzione nel nostro file di configurazione shell e. La pagine di man possono essere referenziate da un numero, potremo ad esempio trovare "ls 1 " o "route 8 ", questi numeri rappresentano la categoria del comando, infatti i numeri significano:. The synopsis section usually gives some example use-cases. Sometimes sub-commands have different options, so several examples might be shown.

Poi da less, è comodo utilizzare i marker, cioè possiamo salvare una posizione nella pagina con " m lettera ", e dopo ritornare a quel marker con " ' lettera ". Per i comandi builtin della shell, non esiste una pagina di man, per questi possiamo eseguire il comando "help" in bash, ad esempio:. Here follows a non-exhaustive list of noteworthy pages that might help you understand a lot of things more in-depth. Some of them might serve as a good reference like the ascii table. Il programma less e' un programma di paging, utile per leggere file e cercare all'interno di essi, possiamo lanciarlo con:.

E' un comando simile a "clear" ma cancella anche le istruzioni, resettando la shell, risulta utile anche quando l'output della shell puo' inquinarsi con l'utilizzo di determinati caratteri ad esempio provenienti da file binari , vediamo alcuni esempi di utilizzo:. In alcuni comandi possiamo vedere il parametro "--" questo sta solo a significare che la lista di parametri passata ad un comando è finita, e i prossimi sono argomenti utili del programma come file, questo parametro esiste in quanto su linux è possibile dare nomi a file che iniziano col carattere "-", facciamo alcuni esempi:. Un esempio potrebbe essere:. For traditional UNIX programs that behave as filters the - is superfluous.

Nello specifico i file contenuti in questa directory sono script che rispondono a comandi di start, stop, restart e quando supportato reload. Alcune distro hanno anche i comandi "deluser" e "adduser" che non sono altro che degli script creati per rendere più user-friendly e interattive le operazioni di cancellazione e creazione degli utenti. Questo comando è utile nel momento in cui voglio cambiare le informazioni aggiuntive sull'utente come nome completo "fullname" , numero di telefono, interno, ecc E' un programma molto utile su sistemi con molti utenti, per gestire le politiche di mantenimento delle password e di validità degli account, ma ha le stesse potenzialità di programmi già visti come useradd e usermod, vediamo alcuni esempi applicativi:.

Per convenzione si parla di gruppi o utenti "di sistema" se l'id è minore o uguale a , anche se in alcune distro recenti il numero è diventato , probabilmente per ragioni dovute al significativo quantitativo di gruppi o utenti di sistema. Recapitolando utenti o gruppi con id numerico oltre la costante o a differenza della distro sono considerati utenti o gruppi "normali" viceversa si parla di " utenza di sistema". E' importante ricordare che quando avvengono modifiche sui gruppi, ad esempio quando vengono aggiunti gruppi ad utenti, le modifiche vengono apportate al prossimo login.

Imposta tutti i file creati dal momento in cui viene lanciato in poi appartenenti ad uno specifico gruppo, o in altri termini permette ad un utente di switchare su un altro gruppo, è da ricordare infatti che un utente ha un gruppo principale e poi una serie di gruppi secondari, per switchare ad un gruppo secondario si utilizza quindi questo comando, ad esempio:. In questa sezione verranno presentati una serie di comandi per poter gestire e modificare questi permessi. Innanzitutto per poter visualizzare i permessi presenti su un file, è possibile farlo attraverso:. I permessi vengono presentati nella forma "xxx-xxx-xxx", dove con tre gruppi di caratteri da tre lettere l'uno rappresento i permessi di lettura, scrittura ed esecuzione per tre gruppi di utenti.

Le lettere possono essere 'r' lettura , 'w' scrittura e 'x' esecuzione. Per quanto riguarda i tre gruppi di caratteri:. Il significato dei permessi: Vediamo ora alcuni comandi preliminari sulla gestione del proprietario di un file e dei permessi:. Una comoda modalità per settare i permessi, è quella di utilizzare la modalità simbolica. In questa modalità, si usano le lettere per riferirsi ai gruppi di utenti, infatti:. Vengono utilizzati dei numeri per rappresentare i permessi, nello specifico, abbiamo:. Infatti attraverso un sistema di numerazione ottale si riescono a rappresentare tutti i permessi:.

Quindi con gruppi da 3 cifre riusciamo anche in questa modalità a impostare i diritti, dove il primo numero rappresenta i diritti del proprietario del file, il secondo numero rappresenta i diritti del gruppo proprietario del file e il terzo numero rappresenta i diritti del resto degli utenti. Vediamo ora alcuni esempi di applicazione della modalità numerica per le impostazioni dei permessi:. Le modalità finora discusse sono quelle più utilizzate nella maggior parte dei casi, ad ogni modo esistono dei cosiddetti " special permission bits" che rappresentano modalità operative aggiuntive più avanzate delle semplici r, w ed x.

Queste modalità speciali sono:. E' da notare che per utilizzare la modalità numerica, dobbiamo usare una notazione a 4 cifre anzichè 3, dove la prima cifra rappresenta gli special permission bits settati e gli altri 3 rappresentano le classiche cifre dei permessi spiegate nella sezione precedente. Vediamo ora alcuni esempi di applicazione sia in modalità simbolica che in modalità numerica dei special permission bits:. Per visualizzare i permessi, valgono le modalità precedenti, quindi con "ls -l", li visualizzo, ad ogni modo è da notare che:. Quando un utente crea un file o una directory vengono settati dei permessi di default relativi alla possibilità di lettura, scrittura o esecuzione del file in questione da parte degli utente.

I permessi di default possono essere cambiati o generalmente gestiti attraverso il comando umask. Lanciando solamente il comando "umask" senza parametri, visualizzo un insieme di cifre che rappresenta i permessi di default sul sistema. Questo gruppo di cifre non è altro che una maschera a cui dobbiamo sottrarre dei valori. Di default i permessi sui file sono settati al valore "" e i permessi sulle directory sono settati al valore "", e il valore di umask predefinito è " ". In questa configurazione predefinita, sottraendo ai permessi di default di file e cartelle il valore di umask, possiamo capire i permessi che verranno attribuiti ai file o alle directory appena create; infatti nel nostro caso dovremo sottrarre sia per i file che per le cartelle il valore di umask, e otteniamo:.

Nel caso volessimo cambiare il valore di umask, possiamo lanciare il comando umask col codice che preferiamo per la maschera, ad esempio:. When the chmod command is used only one owner and one group can be assigned permissions on a file or directory. If multiple users need access to a resource we need to place them in a group and then give that group the necessary permissions. But with File ACLs in Linux we can assign fine grained permissions to each user and group on a file and even deny access to a particular user even if the file has world permissions.

If you get a command not found error for getfacl and setfacl it means the acl package is not installed, so use yum or apt-get according to your operating system to install the package:. Su alcuni filesystem potrebbe non essere possibile effettuare il comando setfacl, questo è dovuto al fatto che deve essere attivata un'opzione sul filesystem su cui vogliamo applicare i permessi ACL. Possiamo vedere se l'opzione per i permessi ACL è impostata o meno sul filesystem prima eseguiamo:.

Nella storia di Linux, ci sono stati molti cambiamenti su come il kernel presenta l'hardware all'utente. Attualmente il sistema che si occupa di abilitare i programmi nello user-space per la configurazione e l'utilizzo dei dispositivi hardware è chiamato "udev". Alcuni device sono completamente operabili atraverso questi file, ma non tutti. I numeri che vengono mostrati nel momento in cui eseguiamo un "ls -l", rappresentano rispettivamente il "major number" ed il "minor number", questi due numeri aiutano il kernel ad identificare i dispositivi, e dispositivi simili avranno solitamente lo stesso major number.

The Random Number Generator gathers environmental noise from device drivers and other sources into entropy pool. It also keeps an estimate of Number of bits of noise in entropy pool. It is from this entropy pool, random numbers are generated. This is suited to high quality randomness, such as one-time pad or key generation. Move the mouse or type anything on the keyboard to see random characters being generated. It never blocks the operation. Due to this, the values are vulnerable to theoretical cryptographic attack, though no known methods exist. Sit and watch random characters being generated, while you do nothing.

Nonostante sia un generatore di numeri pseudocasuali adatto per la maggior parte delle applicazioni crittografiche, non è raccomandato per la generazione di chiavi crittografiche a lunga scadenza. Un'altro problema è che il kernel assegna i nomi ai device in base all'ordine in cui li trova al boot, quindi potrei avere nomi diversi per lo stesso device a diversi reboot. Per fornire una visione uniforma dei dispositivi collegati in funzione dei loro effettivi attributi, il kernel linux offre l'interfaccia denominata "sysfs" attraverso un filesystem di file e directory. All'interno della directory del device possiamo trovare all'interno del file "dev" il major e il minor number ad esempio " 8: La nomenclatura non è casuale, infatti richiede una spiegazione; la porzione "sd" sta per SCSI disk.

SCSI sta per "Small Computer System Interface" e fu originariamente un sistema hardware con relativo protocollo per le comunicazioni tra i dispositivi come dischi e altre periferiche. Nonostante lo SCSI hardware non è utilizzate nelle macchine moderne, il protocollo SCSI è invece utilizzato frequentemente, grazie alla sua adattabilità. Per elencare i dispositivi SCSI e visualizzare informazioni su di essi, bisognerebbe navigare nel sysfs, ma per fortuna esistono programmi che fanno questo per noi, uno dei più famosi è "lsscsi". Linux riconosce la maggior parte dei drive ottici come dispositivi SCSI; ad ogni modo se il dispositivo è molto vecchio potrebbe essere riconosciuto come dispositivo PATA.

Possiamo cambiare questa impostazione della "compatibility mode" dalle impostazioni di BIOS, riportando il device in "native mode". Invece di parlare di un vero e proprio hardware in realtà il kernel fa riferimento ad un software, che è costituito dalla shell del isstema operativo. Oggigiorno normalmente il boot in molte distribuzioni, suprattutto "user-friendly" si avvia in automatico in modalità grafica attraverso un display manager.

Ognuna di queste schermate è chiamata " consolve virtuale". Nel caso dovessimo avere problemi ad accedere ad una determinata console, possiamo farlo anche col comando:. Dispositivi che si collegano a porte seriali di tipo RS e simili sono speciali tipi di device terminale. Non possiamo fare molto da command-line, in quanto ci sarebbero troppe impostazioni da settare manualmente come il Baud rate o il flow control. Solitamente a questo tipo di device sono associate stampanti, è utile sapere che possiamo idealmente anche mandare direttamente i file da stampare ad una stampante attraverso un semplice cat, come ad esempio:. Linux has two sets of audio devices. Some rudimentary operations are possible with the OSS dsp and audio devices.

However, the hardware may not do what you expect due to frequency mismatches. Furthermore, on most systems, the device is often busy as soon as you log in. In modern Linux systems, you do not create your own device files; this is done with devtmpfs and udev see 3. However, it is instructive to see how it was once done, and on a rare occasion, you might need to create a named pipe. Il comando " mknod" è utilizzato per creare device file, ad esempio:.

Questo comando è stato utilizzato in passato anche per creare i file dei device mancanti nella single-user mode nelle operazioni di system recovery. Questo process nello user-space esamina le caratteristiche del nuovo hardware, crea un device file e performa tutte le eventuali operazioni di inizializzazione. Questo filesystem è la risposta ai problemi citati di "udevd", in quanto il kernel crea i device file necessari per la fase di boot, e notifica ad udevd i nuovi dispositivi rilevati; una volta ricevute le notifiche, udev non deve più ricreare i device file, ma si occupa solo dell'inizializzazione dei vari device e delle notifiche ai processi.

Le regole udev non contemplano le andate a capo, quindi ad ogni linea, corrisponde una ed una sola regola udev. Inoltre ricordare sempre di ricaricare le regole e scollegare e riattaccare il device per vedere se le modifiche sono effettive o meno. Per effettuare un debugging e capire quali regole vengono applicate da chi, possiamo trovare il path corrispettivo del device nel filesystem sys, questo possiamo farlo attraverso:. Per capire cosa è stato collegato, possiamo effettuare le seguenti operazioni, partiamo dal device interessato sconnesso, ed eseguiamo in un terminale:. Il programma udevadm costituisce il tool di gestione per udevd.

Possiamo ad esempio ricaricare le regole di udev oppure innescare eventi, ma forse la più potente delle caratteristiche di questo programma è la capacità di poter cercare ed esplorare i dispositivi di sistema e l'abilità di monitorare gli uevents, quando udevd li riceve dal kernel. C'è molto da sapere su udev, ad esempio possiamo anche filtrare i messaggi per device, inoltre è utile sapere che il D-Bus Desktop Bus system utilizzato per l'interprocess communication IPC ha un demone chiamato "udisks-daemon" che rimane in ascolto dei vari messaggi mandati da udevd per montare dischi in automatico o notificare altri processi del desktop della presenza dei nuovi dischi rilevati.

A differenza della distro utilizzata si hanno diversi manager dei pacchetti o delle installazioni più in generale. Comandi comuni a tutte le distro per avere delle informazioni sui programmi installati sono whereis e which. E' possibile convertire un pacchetto ". Un comodo reference per vedere le differenze tra un package manager e l'altro è Differenze principali tra Package Manager. Il programma whereis cerca i file relativi ad un programma installato, ha delle directory predefinite dove cercare.

Mi fornirà la locazione dei binari eseguibili , delle librerie relative al programma e delle pagine man del programma; questo comando è quindi utilizzato per localizzare i programmi installati nelle loro directory. We have to understand that we can run programs without ". Allora le informazioni sono separate dai trattini, sto installando il pacchetto chiamato "nano" della versione 2.

Type mi dice come viene interpretato un comando, quindi posso vedere se quello che sto eseguendo è un alias. Gli alias sono una struttura comoda per automatizzare dei flag con dei comandi o generalmente per riferirmi a comandi lunghi con nomi più corti; da terminale posso eseguire:. Il comando apt-get is a high-level package manager for Debian and derivatives, and provides a simple way to retrieve and install packages, including dependency resolution, from multiple sources using the command line.

Se mi dovesse servire un programma da portare su un altro computer, potrei installarlo e poi andare a prendere da qui tutti i pacchetti con le dipendenze. E' possibile capire in quale pacchetto è contenuto un certo comando attraverso l'utility "apt-file", che deve essere installato, facciamo quindi:. It provides the same functionality as apt-get and additional ones, such as offering access to several versions of a package. As a high-level tool, like apt-get or aptitude, yum works with repositories. Alcuni esempi di applicazione di yum:. Per poter visualizzare la lista di file installati da un pacchetto dobbiamo installare il programma yum-utils, attraverso:.

Una volta installato, nel momento in cui volessimo vedere i file installati dal pacchetto di nome "nomePacchetto", eseguiamo un:. Just like dpkg, it can query, install, verify, upgrade, and remove packages, and is more frequently used by Fedora-based distributions, such as RHEL and CentOS. Potrebbe capitarmi di dover fare il rebuild del database, con rpm --rebuilddb. Yumdownloader ci permette di scaricare file dal repository senza installarli cosa che normalmente fa yum , possiamo eseguire:. It is primarily installed on Unix-like computer operating systems.

Its name is derived from the phrase copy in and out, in close description of the program's use of standard input and standard output in its operation. All variants of Unix also support other backup and archiving programs, such as tar, which has become more widely recognized. We must remember that both tar and cpio have a single purpose: They don't compress data. These days tar is more popular due to its relative simplicity -- it can take input files as arguments instead of having to be coupled with find as cpio has.

Per le Shell non di Login, la shell Bash cerca di eseguire nell'ordine sottocitato i seguenti file:. Per controllare se siamo in una shell di login o in una shell non di login quando usiamo una shell Bash, possiamo usare il comando:. Possiamo cambiare la dimensione della history, andando ad inserire nel file ". Ad esempio, nel caso volessimo salvare una variabile chiamata "TEST", che rappresenta l'indirizzo di un sito web, allora facciamo:.

Dato un processo con relativo PID visto ad esempio con top o ps possiamo visualizzare le variabili d'ambiente che sta utilizzando andando a visualizzare il file:. C'è una differenza tra "environment variables" e "shell variables", in quanto le environment variables sono utilizzate dall'intero sistema e da alcuni programmi per la loro esecuzione, come ad esempio LANG, EDITOR, ecc Per personalizzare il prompt dei comandi, dobbiamo agire sulla variabile d'ambiente PS1, vediamo alcuni esempi:.

Le "opzioni di shell", sono impostazioni che possono cambiare il comportamento delle shell e degli script di shell in determinate situazioni o per determinate operazioni. Il comando " set" viene utilizzato allo scopo di impostare le opzioni di shell. La sintassi del comando è:. Una guida più dettagliata alle opzioni di shell è fornita al link [http: Questa è una shell molto avanzata, si consiglia l'installazione dei powerline fonts e di un qualche plugin manager come "oh my zsh", alcuni comandi utili qui sono:. Come per le variabili possiamo anche creare "comandi" cioè funzioni che saranno accessibili solo all'utente, questo è possibile andando a salvare nel file ".

Vediamo un esempio di funzioni inserite all'interno del file. Possiamo usare l'utility "script" e "replayscript", sia per scopi didattici che per scopi di utilità, è un modo per registrare le attività da terminale, si esegue in questo modo:. I Terminal Multiplexer permettono di lavorare in ambienti con più sessioni di terminale all'interno dello stesso terminale, è l'analogo dei desktop virtuali per le GUI fatto per le TUI. I due più famosi Terminal Multiplexer sono:. Vi funziona secondo tre modalità operative e diventa un editor di testo molto efficiente una volta imparati i comandi più importanti:.

Vi supporta diversi plugin, ed il modo più conveniente per gestirli è utilizzare dei plugin manager, come "plug" , due percorsi sono importanti per le personalizzazioni di "vi":. By default it is on and I'd recommend you leave it that way. The rest are mapping commands, described below:. What that means is that if you do:. Q will also be mapped to gg, because j will be expanded for the recursive mapping.

W will be mapped to j and not to gg because j will not be expanded for the non-recursive mapping. For each of these sets of mappings, there is a mapping that works in normal, visual, select and operator modes: Se vogliamo rendere permanenti queste modifiche, salviamo le stringhe relative ai comandi all'interno del file ". Possiamo testare una configurazione di un file.

E' una feature legacy che esiste dagli anni 80,. Inoltre per cercare ad esempio il prototipo di una funzione scritta da noi, possiamo cercare: Se dovessimo aprire un file senza i permessi necessari per modificarlo con vim, possiamo apportare comunque le modifiche eseguendo:. Possiamo eseguire un folding di testo, in vari modi, uno ad esempio è entrare nella modalità visual, selezionare il testo interessato e poi eseguire:.

Possiamo unfoldare il testo premendo ad esempio "i" sul testo foldato. E' buona norma mettere dei commenti sul testo che vogliamo foldare nel caso in cui il testo in questione non sia una funzione in modo che una volta foldato sappiamo a cosa si riferisce. E' da considerara che la maggior parte del tempo la spendiamo in buffer e windows, le tab sono usate molto poco perchè in genere corrispondono proprio a sessioni di lavoro diverse. Esistono molti plugin, e molti plugin manager consigliatissimo se non obbligatorio usarli , ad esempio uno dei più famosi è " pathogen" ma c'è anche "apt-vim" e molti altri, con pathogen per installare un plugin eseguiamo:.

Potrebbe capitare che per file con estensione ". In vim possiamo copiare ed incollare da vari registri I canali standard o standard streams , in tutti i moderni sistemi operativi, rappresentano i dispositivi logici di input e di output che collegano un programma con l'ambiente operativo in cui esso viene eseguito tipicamente un terminale testuale e che sono connessi automaticamente al suo avvio.

Questi canali predefiniti sono disponibili nei sistemi operativi Unix e Unix-like, e in alcuni ambienti di programmazione. In soldoni:. Nel caso volessimo invece redirigere sia lo stdout che lo stderr allora dovremmo utilizzare un comando come. Alcuni esempi di applicazione possono essere:. Il comando wc mi fornisce informazioni su un file di testo, come il numero di linee o di parole. Ad esempio:. Il comando diff non puo' essere utilizzato per file binari, per avere una funzionalita' analoga per file binari possiamo utilizzare xdelta3.

The standard tools for patching source code are diff and patch. See also diffstat for summary statistics of a diff and sdiff for a side-by-side diff. Note diff -r works for entire directories. Use diff -r tree1 tree2 diffstat for a summary of changes. Use vimdiff to compare and edit files. Permettono di usare l'output di un comando come input per un altro comando. Quello che viene preso è l'output inteso come contenuto del file relativo allo stdout. Il comando "tee" permette di scrivere sia lo standard output sullo schermo che all'interno di un file.

In theoretical computer science and formal language theory, a regular expression sometimes called a rational expression [1][2] is a sequence of characters that define a search pattern, mainly for use in pattern matching with strings, or string matching, i. The concept arose in the s, when the American mathematician Stephen Kleene formalized the description of a regular language, and came into common use with the Unix text processing utilities ed, an editor, and grep, a filter.

Useremo spesso regular expressions, con "grep", "sed", "awk" ed altri programmi, attenzione a non confondere le regular expression con le expansion expressions dette anche globs o shell globbing utilizzata per indicare più file con la shell. Leggere le regular expression come "cercami il testo che matcha questo pattern". Vediamo alcuni costrutti di base per poi arrivare ad esempi auto esplicativi. Mentre nella versione extended se si escapano assumono solo un significato di semplice carattere. Questo e' molto importante, in quanto quando usiamo uno strumento e' utile capire quale sintassi per regex utilizza. In base a quella di conseguenza costruire le nostre regex.

Se come carattere vogliamo indicare proprio uno di quelli utilizzati nelle regular expressions, allora devo usare l'escape character "", facciamo un esempio, nel caso volessi effettuare il match della stringa " Possiamo effettuare raggruppamenti per poter trattare insiemi di caratteri come se fosse uno solo, attraverso le parentesi tonde, vediamo alcuni esempi:. With a lookahead we want to look ahead hence the name in our string and see if it matches the given pattern, but then disregard it and move on.

The concept is best illustrated with an example. Let's say we wish to identify numbers greater than but less than This is a problem which seems simple but is in fact a little trickier than you suspect. A common first attempt is to try the following:. This is a negative lookahead, since we are not considering the expression who match the condition, anyway there are even the so called "positive lookaheads", which will mean "match this expression, only if this condition is satisfied", for a positive lookahead, the syntax is "?

Possiamo anche cercare a ritroso attraverso i lookbehinds, anche in questo caso esistono sia lookbehind positive che negative e si indicano con la sintassi:. Let's say we would like to find instances of the name 'Smith' but only if they are a surname. To achieve this we have said that we want to look at the word before it and if that word begins with a capital letter we'll assume it is a surname the more astute of you will have already seen the flaw in this, ie what if Smith is the second word in a sentence, but we'll ignore that for now. Per avere regex piu' veloci possiamo:. Anche se generalmente nei vari linguaggi troveremo librerie o moduli che ci permettono di inserire regex in modo pulito, ad esempio in Javascript possiamo utilizzare il modulo XRegExp.

Grep è un programma utilizzato generalmente per ricercare testo o pattern specifici, per utilizzare le regular expressions, dobbiamo ricordare di utilizzare il flag "-P" e per evitare conflitti è buona norma sempre utilizzare apici singoli come argomento stringa di grep. Alcuni esempi di utilizzo di grep possono essere:. E' possibile anche utilizzare regular expressions complesse utilizzando il flag "-P" per feature più avanzate tipo lookaheads e lookbehinds come:.

Quando si vogliono usare regex complesse, oltre ad usare il flag "-P" che comunque provoca conflitti se usato con egrep dobbiamo mettere la stringa tra singoli apici e non tra doppi apici, per sicurezza possiamo comunque mettere sempre le stringhe di grep tra singoli apici nel dubbio. Egrep è utilizzato per includere forme complesse di regular expressions chiamate extended regular expressions. Vediamo alcuni esempi:. Negli script di shell, sed è, di solito, una delle molte componenti di una pipe. Solitamente viene invocato per modificare flussi di testo o elaborarli in genere con una o due righe, a differenza di Awk che rappresenta un linguaggio più complesso con cui vengono scritti veri e propri script.

Sed determina le righe dell'input, su cui deve operare, tramite un indirizzo che gli è stato passato. Di tutte le operazioni a disposizione di sed, vengono focalizzate, in primo luogo, le tre più comunemente usate. Esse sono:. Per elaborazioni più complesse valgono anche le regular expressions, ad esempio per rimuovere testo "html", possiamo effettuare un:. Ad ogni modo una sostituzione globale di tutte le occorrenze di una parola con un'altra è possibile ad esempio attraverso:. Possiamo usare file esterni in cui mettiamo i nostri comandi, nel caso dovessimo eseguire più comandi sed, e poi richiamarli da un'istruzione tipo:.

Un altro comando e' q che sta per quit, e puo' essere utilizzato in modo simile a head, come:. Vediamo ora esempi di script sed, questi ci permettono una flessibilità maggiore, vediamo ad esempio come effettuare sostituzioni multiple:. Ora che scriviamo script possiamo utilizzare ulteriori features di sed. Possiamo aggiungere una riga prima di ogni altra riga del file o quelle specificate dall'address attraverso:. Per scrivere uno script awk in un file separato possiamo chiamare lo script "nome. Un esempio di script puo' essere:. Le tipologie per noi di maggiore interesse sono le prime tre, siccome conosciamo già abbastanza bene il concetto di file e il concetto di directory, nella prossima sezione parleremo di collegamenti o link.

Gli Hard Link sono simili ad una copia, ma si aggiornano quando viene effettuata una modifica su uno dei link. Per creare un Hard Link facciamo:. Anche se è possibile effettuare ricerche di file anche con un appropriato utilizzo dei comandi "grep" ed "ls". E' molto probabile non avere i permessi di lettura in alcune directory almenochè non si è l'utente root in questo caso, vedremo molti messaggi a schermo provenienti dallo standard error, per evitare di stampare questi messaggi a schermo possiamo fare uso del seguente comando:.

Un'altra utile possibilità risiede nel poter effettuare delle operazioni specifiche con i file trovati, ad esempio:. Locate è un programma che crea un indice dei file salvati sul sistema all'interno di un database. Quando viene effettuata una ricerca, locate cercherà all'interno del database, quindi le ricerche sono molto veloci. Possiamo aggiornare manualmente il database attraverso il comando. Nota Bene: Se un file viene creato e istantaneamente viene cercato, locate non riesce a trovarlo in quanto il database non è stato aggiornato.

Tar è un programma utilizzato per archiviare o raggruppare più file in un singolo file, i file creati con tar sono chiamati " tarball", questo ci permette di maneggiare insiemi di file e directory come se fossero un unico file. Generalmente archiviare dei file non significa necessariamente comprimerli, anche se questa è una possibilità.

Alcuni esempi d'uso possono essere:. Nel caso volessimo comprimere, abbiamo diverse opzioni in funzione dell'algoritmo di compressione che preferiamo utilizzare, generalmente abbiamo:. Ad ogni modo è bene tenere in mente che archiviazione e compressione possono lavorare sepratamente, ad esempio:.

Unity Italia - Google+

Non si può mettere questo Git in una USB e poi lanciarlo su Ubuntu?:cry: . -mm Produce machine-readable output (single -m for an obsolete format) ]] Show only devices in selected slots . KDE, Unity, Altri ambienti desktop e window manager, LXDE, MATE, Xfce, Personalizzazione dell'ambiente. Il codice sorgente completo per l'app è memorizzato in GitHub. . di progettazione dei giochi, il libro Game Programming Patterns è molto utile. Unity 3d Italy un server creato su discord per discutere di problematiche su unity3d algoritmi e strutture dati. Diciamo che ho un discreto numero di framework funzionanti, tra slot machine, biliardo, giochi di . slot-jungle.fallintovision.com vis2k/Mirror. Contribute to gnebbia/gnu_linux_appunti development by creating an account on GitHub. configuration files); Games; File formats, conventions, and encodings ( ASCII, suffixes, dmidecode -t slot # # visualizza informazioni sugli slot In Ubuntu, the launcher on the side and the bar at the top are components of Unity. Dichiarazione di non responsabilità: useremo Git come soluzione di controllo della versione. Anche se la tua è diversa, i concetti dovrebbero. Prototipazione Slot Machine con il motore Unity3D. Progettazione e lista di elementi. Per altre info potete andare sul mio repo di github all'indirizzo qui sotto . Capitolo Utilizzo del controllo del codice sorgente Git con Unity //Create a new game object to use as proxy for all the MonoBehaviour methods texture assegnata a questo slot consentirà all'emissione di utilizzare i propri colori.

Toplists