Home > Casino nobile villa torlonia

Casino nobile villa torlonia

Casino nobile villa torlonia

Dante che con Virgilio incontra nel limbo i poeti dell'antichità P. Danzatrice con dito al mento autore ignoto. Mercurio introduce Venere al cospetto di Giove P. Giorgio Vasari con le sembianze di Carlo Torlonia. Il Nume che rapisce il fulmine di Giove D. Il Nume che fugge in braccio alla Terra D. Nume presentato alle principali divinità D. Ganimede e Amore che giocano a dadi D.

Volo delle Dodici Ore - ottagoni: Volo delle Tre Grazie - ottagoni: Togato I sec. Bacco presentato a Giove da Cibele F. Storie di Bacco F. Storie di Bacco in alto - I Tre Continenti: Europa in basso. Sulla scalinata vi è una statua rappresentante un torso di Heracle in marmo lunense di età adrianea prima metà del II secolo d. La parte retrostante è volutamente incompleta per dare risalto al fronte. Heracle viene raffigurato in età matura con barba folta e riccioli con una tenia torta, mentre il torace mostra la possanza muscolare. Sulla spalla sinistra è allacciata la leontè e la mano sinistra regge la clava.

La scalinata immette all'anticamera del piano nobile composta della loggia del pronao. L'affresco del soffitto rappresentante Bacco che incontra Arianna è in parte perduto a causa di un crollo, ma rimangono integri tutti i dipinti delle pareti [44]. Gli affreschi del Podesti sono incorniciati da una struttura in stile grottesco del Caretti.

È stata quasi interamente affrescata e mosaicizzata dal Caretti in stile gotico. Il pavimento è mosaicizzato con tessere di marmo sempre in stile gotico. Trattasi di una piccola stanza con soffitto a cassettoni con al centro un riquadro attribuito a Luigi Coghetti , La toletta di Venere. Come conclusione dei due lati vi erano altrettante camere da letto con panneggi a cortine da letto a baldacchino con, al centro, dei riquadri inerenti a "La Toletta di Venere" e "Psiche portata dai Venti" di Pietro Paoletti. Dall'archivio del Tempo si è potuto risalire ai mobili originari, sono stati poi ritrovati fortuitamente nel in un deposito ministeriale: La stanza è in stile neobarocco ed è databile agli inizi del Novecento.

Appartenne a Giovanni Torlonia junior, indi a Benito Mussolini dal al Il letto è realizzato su una base lignea di olmo con placcature in noce. Le colonne laterali sono impreziosite da decorazioni tortili e volute. Le coperte sono vivacemente colorate in giallo simil ottone e rosso cardinale. Le 2 testate sono arricchite da volute ed i piedi del letto da intagli. I piedi anteriori constano di prolungamenti costituiti da colonnine a tortiglioni [48].

Una credenza ornata di lesene è posta su una base a gradino [47]. L'arredo è completato da una consolle con tre cassetti poggia su una base composta da volute e putti. Due colonnette lignee si ergono a forma di candelabro e forse reggevano uno specchio. Non sono esposti l'armadio e la specchiera. Questa stanza venne usata da Mussolini come budoir ed è ricoperta da carta da parati. Un restauro ha portato alla luce un piccolo fregio ed un affresco dello stesso stile della Sala di Bacco.

Come attestano gli arredi, questa camera anticamente era utilizzata come sala da pranzo. Il fregio a bassorilievo raffigura il trionfo di Alessandro a Babilonia, opera di Bertel Thorvaldsen. Sulle pareti vi sono dipinte delle allegorie. Il pavimento è realizzato a commesso con scene zodiacali, realizzato da Carlo Seni , in uno stile detto "all'etrusca". Sulle edicole alle pareti sono poste delle statue di Apollo e delle muse di Alessandro Magno della scuola di Thorvaldsen e Pietro Tenerani , sormontate da allegorie esplicative di Francesco Coghetti.

Le opere esposte, perlopiù quadri, sono inerenti a un periodo che spazia dalla Prima e la Seconda guerra mondiale ed appartengono alla " Scuola di via Cavour " ed al realismo romano [58]. Altri progetti. Tempere della Sala delle Vedute di Napoli. I mosaici. Musei di VillaTorlonia. Tour Virtuali. I MiC sui social network. Google Art Project. Eventi corporate. Eventi unici in alcuni dei luoghi più straordinari al mondo.

Casino Nobile - Wikipedia

Il Casino Nobile, che è già di per sé un “Museo” dal punto di vista architettonico e decorativo, ospita un piccolo ma pregevole museo dedicato a quanto è stato. La storia di Villa Torlonia e del Casino Nobile. All'interno del parco, sono sparsi qua e là gli imponenti edifici che i Torlonia iniziarono ad edificare alla fine del. Il Casino Nobile, restaurato da pochi anni e riportato ai suoi splendori, offre un' idea dei fasti della famiglia Torlonia in una delle sue residenze. Piccolo e raffinato, il Casino fu usato dal principe Alessandro Torlonia, nel Le tre sale del piano nobile erano interamente ricoperte di tempere murali con. Casino Nobile, qui abitò Mussolini. Fu Giovanni Torlonia, nel , ad acquistare la Vigna Colonna, sulla via Nomentana, e a incaricare. Questi, tra il e il eseguì i lavori di ristrutturazione e ampliamento del Casino Nobile inglobando la vecchia struttura e aggiungendovi avancorpi. Nell'interno si trovano il Museo della Villa ed il Museo della parte dalle collezioni Torlonia (sebbene non siano che una.

Toplists